Uri Caine

Piano Solo
Cortile del Museo Ebraico

Uri Caine è uno degli “architetti” più intelligenti e sensibili della musica d’oggi, un geniale alchimista, che compone in modo originale ripartendo dal passato prossimo del grande jazz come da quello più remoto della musica classica, capace di rileggere i repertori di ogni epoca con intelligenza, cultura, humour. Il suo jazz è una miscela di musica classica, rock ed elettronica.

Nello stesso tempo, Caine è riuscito a ritagliarsi un ruolo importante nel circuito classico, proponendo personali rivisitazioni del repertorio europeo dal barocco alle avanguardie.

Attivo A New York dai primi anni 90, Caine si è affermato come strumentista di sintesi, prima accanto al clarinettista Don Byron, in seguito insieme al trombettista Dave Douglas. Inoltre, Caine è stato sempre vicino alla rinascita della nuova musica ebraica.

In particolare a Bologna proporrà un repertorio in gran parte ispirato alla musica ebraica e al jewish jazz, eseguendo sia sue composizioni originali che brani di altri autori (Mahler, Gershwin, Berlin, Goodman, Zorn).




scarica e stampa