OiL - Ora il Lavoro!

concerto parlato
Piazza Verdi

Ateliersi presenta OiL - Ora il Lavoro!, un concerto parlato incentrato sulla relazione tra identità e dimensione lavorativa nelle strutture sociali contemporanee.
 

Lo spettacolo è la prima tappa del progetto SOLI, prosecuzione del percorso di approfondimento e riscrittura dell’opera pirandelliana iniziato da Ateliersi nel 2017 con In Your Face, performance che partendo dalla commedia Trovarsi utilizza il filtro dei social network per generare nuove visioni sul rapporto tra l’io e la sua rappresentazione.
 

La scelta di presentare OiL! in Piazza Verdi a Bologna nasce dal desiderio di aggiungere alla tessitura drammaturgica l’elemento relazionale con un contesto architettonico e sociale fortemente significante: la sera del 14 settembre Piazza Verdi – da decenni fulcro intorno a cui ruota la discussione sugli spazi pubblici a Bologna – si trasformerà, quindi, in spazio-soglia nel quale i ruoli di attori e spettatori potranno essere sovvertiti componendo nuove connessioni tra sguardo e gesto, tra musica e pensiero.
 

Con OiL! gli spettatori si trovano inseriti in una rielaborazione dei meccanismi delle assemblee pubbliche, davanti alle storie di un gruppo di personaggi che compiono scelte radicali e divergenti nella loro relazione con il lavoro. Figure che, attraverso i loro percorsi e le loro visioni, esplicitano desideri e interpretazioni in grado di definire la propria identità in quanto persone che lavorano, che propongono lavoro o che del lavoro vivono la mancanza.
 

Ed è così che affiorano i soggetti di Pensaci, Giacomino! di Luigi Pirandello, le cui vicende si legano alle dinamiche lavorative più recenti e la cui storia – riscritta da Ateliersi per svilupparsi nel contesto presente – apre a scenari di mutamento radicale grazie alla capacità della vicenda pirandelliana di portare alle estreme conseguenze le contraddizioni e i paradossi delle relazioni tra umani, superando gli aspetti più ancorati al ‘900 e proiettando le sue inquietudini, la sua ferocia e la sua determinazione nell’ambito relazionale contemporaneo.
 

Intorno ad OiL! si sviluppa il progetto Finding OiL!: un percorso assembleare di ricerca fatto di interviste, assemblee e incontri pubblici tra Làbas e Atelier Sì che precedono e seguono la presentazione dello spettacolo.

Gli appuntamenti di Finding OiL! si tengono tutti nel complesso San Leonardo/Bolognetti:
- mercoledì 5 settembre tra le ore 19 e le 21 all’interno del Mercoledì di Làbas
- sabato 22 settembre negli spazi dell’Atelier Sì tra le ore 18 e le ore 21, all’interno di Prendi parte - Festa di Strada di Via Broccaindosso. 
- mercoledì 10 ottobre tra le ore 19 e le 21 all’interno del Mercoledì di Làbas
 

Durante i tre appuntamenti in programma, aperti a tutti, i partecipanti vengono stimolati a condividere esperienze e visioni intorno al tema del lavoro. Ci si confronta sulle esperienze personali attraverso la relazione con alcuni macro-personaggi pirandelliani e alcune figure storiche che hanno compiuto gesti estremi in relazione alla propria condizione lavorativa. In un tempo diluito e cadenzato, le persone saranno invitate a mettere in comune le proprie riflessioni, rispondere ad alcune domande, ascoltare altri pensieri. A intervalli scanditi il momento dell’espressione sarà preceduto da alcuni minuti di attraversamento di brani di romanzi, film, saggi e poesie come semi per una raccolta collettiva.

Quanto di ciò che sei è definito dal tuo lavoro? 
Che cosa saresti se non facessi più il lavoro che fai? 
Che cosa sei disposto a sacrificare per fare il lavoro che fai? 

Dalle risposte a domande come queste si forma quella nebulosa di possibilità esistenziali e politiche che viene condivisa durante OiL!, il concerto parlato del 14 settembre nella sua trasfigurazione poetica e musicale.


Ateliersi è un collettivo di produzione artistica che opera nell’ambito delle arti performative e teatrali. Si occupa di produzione artistica e della cura della programmazione culturale dell’Atelier Sì, nel centro di Bologna. La creazione di Ateliersi si compone di opere teatrali e interventi artistici in cui il gesto performativo entra in dialogo organico con l’antropologia, la letteratura, la produzione musicale e le arti visive per favorire una comunicazione del pensiero capace di intercettare inquietudini e prospettive che coagulano senso intorno ai sovvertimenti che si manifestano nel mondo.
 

» In caso di pioggia lo spettacolo si terrà il 19 settembre, sempre in Piazza Verdi, alle ore 21
 

Di e con: Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi
E con: Devid Brattella, Eugenia Delbue, Marco Mochi Sismondi, Giorgia Sangineto, Esther Silverio
Musiche composte ed eseguite da: Vincenzo Scorza e Giulia Formica
Cura del suono e direzione tecnica: Vincenzo Scorza
Tecnico luci: Antonio Bianco
Comunicazione e promozione: Federica Patti
Organizzazione e amministrazione: Elisa Marchese
Direzione tecnica di compagnia: Giovanni Brunetto
Ufficio stampa: Salvatore Papa
Produzione: Ateliersi




scarica e stampa