Creti, Canova, Hayez

la nascita del gusto moderno tra '700 e '800 nelle Collezioni Comunali d'Arte | mostra
da sab 17 marzo
a dom 09 settembre
Collezioni Comunali d'Arte

La necessità di liberare alcune sale delle Collezioni Comunali d’Arte, per facilitare i lavori che interessano una parte del coperto di Palazzo d’Accursio, ha offerto la possibilità di proporre ai visitatori un nuovo allestimento delle opere e accostamenti diversi rispetto a quelli che si possono ammirare abitualmente in museo.

La mostra espone oltre 150 opere del museo, alcune delle quali solitamente conservate in deposito. Si avvale inoltre di alcuni prestiti dal Museo Civico Archeologico, dal Museo Civico Medievale e dal MAMbo.

Nella Sala Urbana sono esposti i dipinti del Settecento, abitualmente divisi tra la Galleria Vidoniana e le sale 8 e 9. Il percorso continua nelle sale 14, 15 e 16 (Boschereccia), dove si è ricostruito un itinerario dedicato all’evoluzione del paesaggio tra il XVIII e l’inizio del XIX secolo e in cui si può
ammirare l’Apollino di Antonio Canova. Nella sala 18 è stato ricollocato il primo salottino barocco dell’ala Rusconi e da qui si raggiungono tre sale (23, 24, 25) che reinseriscono nel percorso delle Collezioni Comunali d’Arte spazi un tempo ad esse destinati e che, costeggiando il cortile d’onore del Palazzo, riconducono nella Sala Farnese.

L’allestimento evoca le suggestioni delle antiche quadrerie dei palazzi bolognesi, in cui i dipinti si rincorrono l’uno con l’altro sulle pareti, raccontando ognuno la sua storia e contemporaneamente suggerendo nuove chiavi di lettura per le opere vicine.


Orari

dal martedì alla domenica: h 10 > 18.30
Chiuso lunedì non festivi e 1° maggio

Ingresso biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto)

Visite guidate

martedì 10 luglio, mercoledì 25 luglio, martedì 7 agosto, giovedì 30 agosto, sabato 8 settembre h 17

Per gli abbonati alla Card Musei Metropolitani Bologna l’ingresso è gratuito



photo credit Giorgio Bianchi - Comune di Bologna

scarica e stampa