Ignazio Cirri. Sesta Sonata, opera II

presentazione e concerto
Museo Davia Bargellini

Presentazione-concerto in anteprima del CD dell’ensemble Sezione Aurea con le Sonate di Ignazio Cirri (1711-1780).
Con Luca Giardini, violino barocco; Filippo Pantieri, cembalo.

Ignazio Cirri, fratello del più celebre Giovanni Battista, fu maestro di cappella della Cattedrale di Santa Croce, l’attuale Duomo di Forlì, a partire dal 1759. Lo stesso anno ebbe accesso all’Accademia Filarmonica di Bologna. Non è certo che tra i suoi maestri ci sia stato anche Giovanni Battista Martini (solo di cinque anni più anziano), ma tra i due intercorsero sicuramente rapporti di amicizia. Martini possedeva tra i suoi ritratti di uomini illustri anche quello di Cirri (oggi conservato presso la Sala Bossi del Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna) e si rilevano tra le loro opere molte affinità compositive.

Tra le creazioni a stampa di Ignazio, oltre ai numerosi manoscritti, si ricordano Le Dodici Sonate per organo e Le Sei Sonate per clavicembalo con accompagnamento per violino, proposte al Museo Davia Bargellini in concerto e mai incise fino ad ora. Molte sono però le sue composizioni rimaste inedite, attualmente conservate presso l’Archivio Capitolare del Duomo forlivese.

Le sonate per violino e cembalo - scritte da un compositore contrappuntista  normalmente dedito alla scrittura di Chiesa per organo e voci - rappresentano una deliziosa e rara raccolta di musica salottiera che unisce il tardo barocco italiano alle tendenze del nascente classicismo europeo.



Filippo Pantieri

scarica e stampa